Tutti contro Ellen DeGeneres “Un ambiente di lavoro tossico e razzista!”

Da settimane l’Ellen Degeneres Show è nella bufera a causa di un articolo di Buzzfeed in cui alcuni ex collaboratori dello show hanno portato alla luce gli oscuri segreti della produzione.

Il talk show in cui Ellen DeGeneres (62) intervista personaggi famosi e protagonisti di attualità va in onda dal 2013, e da allora si è conquistato svariati premi, oltre ad aver costruito il suo brand sul motto “Sii gentile” adoperandosi in regali e generose iniziative di beneficenza.

Dietro le quinte tuttavia, sembra che ai dipendenti non sia concesso lo stesso trattamento, e una decina di persone, tra attuali ed ex collaboratori, si sono fatti avanti con accuse di razzismo, paura, molestie e intimidazione, chiedendo tuttavia di rimanere anonimi per paura delle ripercussioni.

Un’ex dipendente ha rivelato “Quella stronzata sull’essere gentile avviene solo a telecamere accese. E’ tutto per show. So che danno soldi alle persone e li aiutano, ma è per lo spettacolo.”

Alcuni hanno raccontato di essere stati licenziati dopo un congedo medico o giorni di lutto per partecipare ai funerali di famiglia. Un dipendente, ha affermato di aver lasciato il lavoro perchè stufo dei commenti sulla sua razza.

Sebbene di questo ambiente tossico siano stati accusati i produttori esecutivi e i senior manager, e molti abbiano riportato che è vietato parlare direttamente a Ellen DeGeneres questo non la giustifica.

“Se vuole avere il suo show e avere il suo nome sul titolo dello show, deve essere più coinvolta per vedere cosa sta succedendo e prendersi la responsabilità per l’ambiente in cui lavora. Penso che i produttori esecutivi la circondino e le dicano:” Le cose stanno andando alla grande, tutti sono felici “, e lei lo crede, ma è sua responsabilità deve andare oltre.”

In una dichiarazione congiunta a BuzzFeed News, i produttori esecutivi Ed Glavin, Mary Connelly e Andy Lassner hanno dichiarato di prendere “molto sul serio” le storie dei dipendenti.

“Nel corso di quasi due decenni, 3000 episodi e con oltre 1000 membri dello staff, abbiamo cercato di creare un ambiente di lavoro aperto, sicuro e inclusivo. Siamo sinceramente dispiaciuti di apprendere che anche una sola persona della nostra famiglia di produzione ha avuto un’esperienza negativa. Non la missione che Ellen ha fissato per noi.”

I produttori si sono poi presi la piena responsabilità della situazione “Per la cronaca, la responsabilità quotidiana dello show di Ellen è totalmente a nostro carico. Prendiamo tutto questo molto sul serio e ci rendiamo conto, come molti al mondo stanno venendo a sapere, che dobbiamo fare di meglio, siamo impegnati a fare di meglio e faremo meglio. “

Coraggioso prendersi la responsabilità, dato che le accuse di mobbing, razzismo e violenza si stanno moltiplicando col passare dei giorni.

Una donna di colore che lavorava al The Ellen DeGeneres Show ha detto a BuzzFeed News di aver subito molti commenti e “microaggressioni” razziste durante il suo anno e mezzo di lavoro.

La donna detto che quando è stata assunta, una produttrice di livello senior ha detto a lei e ad un’altra impiegata di colore: “Oh wow, avete entrambe le trecce; Spero che non vi confonderemo”. E a una festa di lavoro, uno dei principali scrittori le ha detto: “Mi dispiace, conosco solo i nomi dei bianchi che lavorano qui” mentre altri colleghi “hanno goffamente riso” invece di difenderla.

Quando ha iniziato a parlare della discriminazione, tutti i suoi colleghi si sono allontanati da lei “Ogni volta che ho sollevato un problema con il mio capo maschio bianco, tirava fuori una storia casuale su un amico nero a caso che aveva e su come sono riusciti a superare le cose. Usava il suo amico nero come per dire:” Capisco la tua lotta “. Ma è stata tutta una stronzata”

Dopo un anno da Ellen, ha detto di aver chiesto un aumento dopo aver appreso che un altro recente assunto prendeva il doppio per fare lo stesso lavoro, nonostante lei fosse nell’industria televisiva da un decennio, ma sono trascorsi mesi e non è cambiato nulla.

Durante un incontro con il produttore esecutivo Ed Glavin, è stata rimproverata per le sue obiezioni e per aver suggerito che i dipendenti dello show ricevessero una formazione sulla diversità e l’inclusione “Ha detto che stavo camminando in giro con un aspetto risentito e arrabbiato”.

Dopo quell’incontro, ha lasciato il lavoro per la giornata e non è mai tornata al The Ellen DeGeneres Show, né ha più voluto lavorare nello spettacolo. Per anni ha avuto “paura di parlare” ma ora è ispirata a condividere la sua esperienza “Mi sento come se non fossi sola in questo. Lo sentiamo tutti. Ci siamo sentiti in questo modo, ma ho avuto troppa paura di dire qualcosa perché tutti sanno cosa succede quando dici qualcosa sui neri. Sei nella lista nera. “

L’ex dipendente ha anche detto che il suo capo di quel periodo l’ha recentemente contattata in merito alle proteste di Black Lives Matter per scusarsi di non essere stata una migliore alleata, ma secondo lei è troppo poco, e troppo tardi. “Sono arrabbiato per il modo in cui sono stata trattata e difenderò sempre i neri, gli indigeni, i latini e gli asiatici, indipendentemente dal fatto che siano in giro. Non smetterò di parlare “.

Non è comunque la prima volta che Ellen DeGeneres viene accusata di non essere esattamente il personaggio solare e misericordioso che appare in tv.. A Marzo infatti il comico Kevin T. Porter ha chiesto su twitter alle persone di condividere “le storie più folli che hai sentito su Ellen [DeGeneres] cattiva”, e il tweet ha avuto più di 2.600 risposte.

L’ex guardia del corpo della DeGeneres ha anche recentemente affermato di aver avuto un’esperienza negativa con lei agli Oscar del 2014, definendo il trattamento da parte della presentatrice televisiva “umiliante”.

Durante la pandemia sembra inoltre che ci siano stati dei problemi col pagamento dei collaboratori.. ma la Warner Bros ha spiegato che si trattava solo di complicazioni dovute al COVID 19.

Un attuale dipendente ha detto a BuzzFeed News che il 1 ° maggio, lo stesso giorno in cui è stata pubblicata la storia dell’ex guardia del corpo, i produttori esecutivi hanno tenuto un incontro di tutto il personale su Zoom per affrontare le storie negative e il morale basso.

“Penso che ci sia molto fumo e specchi quando si tratta del marchio dello spettacolo. Tirano le corde del cuore delle persone; sanno che otterranno Mi piace e ciò che la gente cercherà, il che è un messaggio positivo. Ma questa non è sempre la realtà. “

Dopo aver lavorato all’Ellen DeGeneres Show per quasi un anno, un ex dipendente ha dichiarato di aver preso un congedo medico per un mese per fare il check-in in una struttura di salute mentale per un tentativo di suicidio. Ma la settimana in cui è tornato al lavoro, gli è stato detto che la sua posizione era stata eliminata “Penseresti che se qualcuno avesse appena tentato di suicidarsi, non bisognerebbe aggiungere ulteriore stress alla sua vita”, ha detto a BuzzFeed News l’impiegato, la cui storia è stata confermata da altri quattro impiegati e dalle cartelle cliniche.

“Alcuni dei produttori parlano apertamente in pubblico della dipendenza e della consapevolezza della salute mentale, ma sono la ragione per cui c’è uno stigma. Sicuramente non praticano ciò che predicano con il mantra” sii gentile “.

Un altro ex dipendente ha dichiarato di essere stato licenziato dopo un anno inaspettatamente difficile che gli ha richiesto di prendere dei permessi dal lavoro in tre occasioni: congedo medico per tre settimane dopo un incidente d’auto, lavorando da remoto per due giorni per partecipare al funerale di un membro della famiglia , e poi tre giorni liberi per viaggiare per il funerale di un altro membro della famiglia. Ogni richiesta era una battaglia con supervisori e risorse umane.

“Questa è la definizione di ambiente di lavoro tossico, in cui ti fanno sentire come se fossi impazzito, invece no, tutto ciò che sentivo era giusto”.

Un altro ex dipendente ha dichiarato di aver ricevuto un avvertimento per la creazione di una campagna GoFundMe per raccogliere fondi per le spese mediche che non erano coperte dall’assicurazione sanitaria dell’azienda e quindi condividerle sui social media.

Appena 24 ore dopo aver pubblicato il GoFundMe, hanno detto che è stato chiamato nell’ufficio del capo dipartimento e gli è stato detto di toglierla a causa del fatto che avrebbe potuto danneggiare l’immagine di DeGeneres.

Hanno scoperto la mia raccolta fondi, poi si sono arrabbiati con me. … Erano più preoccupati per il marchio di Ellen invece che di darmi una mano”.

Circa un mese dopo, questo dipendente ha dichiarato di essere stato licenziato per aver pubblicato un selfie ridendo con i colleghi in ufficio su una storia personale di Instagram – una violazione del loro contratto – anche se altri avevano pubblicato foto simili in precedenza.

“Sii gentile con il mondo”, hanno detto, “non i tuoi dipendenti”.

Secondo i dipendenti, esiste una divisione tra i membri dello staff che lavorano nello show: le persone che sono apprezzate dai produttori e le persone che riconoscono l’ambiente di lavoro come tossico. Coloro che si oppongono ai produttori senior di solito non vengono rinnovati, hanno detto gli ex impiegati.

“Assumono persone che forse non hanno esperienza di come sia effettivamente un ambiente di lavoro funzionale e non tossico, o qualcuno che vuole solo essere in quell’atmosfera così tanto da sopportarlo. In un certo senso si nutrono di questo, tipo,” Questa è Ellen; questo è fantastico. Non troverai mai niente di meglio.”

Secondo ex membri dello staff, coloro che hanno tratti di personalità “più simpatici”, che sono disposti a lavorare i giorni più di 10 ore senza lamentarsi e che ignorano attivamente il modo in cui manager e produttori di livello senior trattano gli altri hanno ricevuto nuovi iPhone, JetBlue buoni regalo e altri gadget che lo spettacolo tiene a portata di mano dai suoi sponsor.

“Ricordo che mi sentivo depresso, orribile e triste e pensavo solo di non potermene andare ma voglio andarmene”, ha detto un ex dipendente. “Tutti erano infelici a meno che tu non fossi una di quelle persone favorite.”

I dipendenti che hanno parlato con BuzzFeed News hanno affermato di aver lavorato in una cultura dominata dalla paura. Uno di loro ha affermato che un sentimento generale tra il personale era “se hai un problema, non pensare nemmeno di risolverlo”.

“Non ho mai avuto la sensazione che andare al mio manager fosse sicuro quando avevo dei problemi – perché era la stessa persona che avrebbe potuto aspettare che andassi in bagno per mandarmi un messaggio, chiedendomi dove fossi e perché non lo fossi alla mia scrivania “, ha detto un dipendente.

Le persone si concentrano sulle voci su come Ellen sia cattiva e tutto il resto, ma non è questo il problema. Il problema è che questi tre produttori esecutivi che gestiscono lo spettacolo sono responsabili di tutte queste persone [e] che creano la cultura e stanno diffondendo questa sensazione di bullismo ed essere cattivi “, ha affermato un altro ex dipendente. “Pensano che tutti coloro che lavorano all’Ellen Show siano fortunati a lavorare lì -” Quindi se hai un problema, dovresti andartene perché assumeremo qualcun altro perché tutti vogliono lavorare qui. “”

Alcuni dipendenti hanno difeso la cultura del lavoro dello show, affermando che è tipico della produzione televisiva, ma altri ex dipendenti con esperienza nel settore hanno dichiarato che The Ellen DeGeneres Show si è distinto in modo particolarmente negativo.

Tutti contro Ellen DeGeneres “Un ambiente di lavoro tossico e razzista!”ultima modifica: 2020-07-31T15:51:35+02:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *