Naya Rivera scomparsa nel lago Piru. Il figlio trovato da solo sulla barca.

Naya Rivera (33) risulta scomparsa durante un’escursione in barca sul lago Piru, California, svoltasi lo scorso 8 luglio.

Il figlio di Naya, Josey Dorsey, 4 anni, è stato trovato da un testimone solo sulla barca che la madre aveva noleggiato circa 3 ore prima.

Il bambino, trovato addormentato con indosso un salvagente, ha raccontato alle autorità che la madre non è mai tornata dopo essere andata a nuotare, e da due giorni elicotteri, droni e squadre di sub scandagliano il lago alla ricerca della donna.

La polizia ha trovato l’auto dell’attrice di Glee nel parcheggio, e la borsa ancora nella barca.

Giusto martedì 7 luglio Naya aveva condiviso una foto in cui baciava il figlio con la caption “Solo noi due”, mentre pochi giorni prima aveva scritto “Non importa l’anno, le circostanze, le sofferenze, ogni giorno essere vivi è una benedizione, fate il massimo con oggi e ogni giorno che vi viene dato, domani è una promessa”.

Una frase che ora fa venire davvero i brividi.

L’ex di Naya Rivera e papà del bambino, Ryan Dorsey (36) appena avvisato dell’incidente è corso da suo figlio, ma sembra che non fosse quasi più in contatto con l’attrice.

Il coinquilino dell’attore ha infatti spiegato “Naya era a Los Angeles a lavorare, ma non sappiamo dove vivesse. Nessuno era in contatto con lei, non ha detto a Ryan cosa stava facendo, lui non ne aveva idea. E’ una situazione orribile, speriamo che si risolva nel modo migliore”.

Secondo un’amica dell’attrice Naya non aveva ragione di allontanarsi dal figlio “Una volta la sua vita era tutta per la carriera. Voleva recitare, cantare, usare le sue piattaforme per i diritti civili e contro il bullismo. Penso che le sue priorità siano cambiate. Lavora meno non perchè non voglia, ma perchè è una mamma. Suo figlio viene prima di tutto. Suo figlio è tutto!”

Secondo le forze di polizia e i soccorsi ci sono poche speranze di trovare l’attrice viva, dato che il lago ha una storia di eventi tragici: tra il 1994 e il 2000, 7 persone sono annegate nelle acque agitate del lago Piru.

Lo Sceriffo della contea Chris Dyer ha dichiarato che Naya “Conosceva il lago. Era un piccolo santuario per lei, soprattutto il mercoledì. Non c’è nessuno quel giorno per cui è un buon giorno per andare e così ha prenotato la barca.”

Inoltre secondo un testimone che ha visto l’attrice quella mattina “Era una bella giornata, il tempo era piacevole e c’erano altre barchette nell’acqua e anche un water skier. Lei era come ogni altra mandre che si gode una giornata fuori col figlio”.

I funzionari del parco ipotizzano che le raffiche di vento e le correnti di acqua fredda del lago, profondo 160 piedi, potrebbero aver sopraffatto la Rivera, e l’ex manager del parco ha dichiarato che ci sono state dozzine di annegamenti durante i suoi 23 anni di servizio “I nuotatori devono avere dispositivi di galleggiamento che sappiano nuotare o no. Salvano le vite”.

E’ quindi chiaro che le ricerche della Rivera siano molto complicate “Le ricerche in acqua sono difficili, qualche volta si possono impiegare molti giorni prima di trovare qualche indizio o fare un recupero. La superficie del lago è ampia e la visibilità sott’acqua limitata.”

Circa un centinaio di operatori stanno lavorando alla missione di soccorso, che ormai è divenuta una missione di recupero, ma le pessime condizioni non stanno aiutando.Il sergente Kevin Donoghue ha spiegato che “Il corpo potrebbe essere incastrato in qualcosa sott’acqua e potrebbe non venire mai a galla. Non possiamo saperlo. Ci sono molti alberi, alghe e piante sott’acqua che potrebbero trattenerlo. E ciò rende anche le ricerche molto pericolose.”

La ragione per cui si crede che la Rivera sia purtroppo deceduta sono anche le ricerche degli investigatori che “non hanno trovato alcun indizio, oggetto personale, impronta o altro che indichi che possa essere uscita dall’acqua e per via di questa assenza di indizi ci stiamo concentrando sull’acqua. Potrebbe essersi sentita male, non lo sapremo finchè non la troveremo”.

Gli investigatori stanno monitorando comunque anche le carte di credito dell’attrice per accertarsi che nessuno le stia usando.

Le ultime immagini di Naya Rivera risalgono alla mattina dell’8 luglio, quando è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza mentre arrivava alla barca e lasciava il porto dirigendosi verso nord con il bambino.

Sembra non avere fine ‘la maledizione di Glee’.

Dopo Cory Monteith, morto a 31 anni di overdose nel 2013, e l’apparente suicidio di Mark Salling nel 2018 quando aveva 35 anni (dopo essersi dichiarato colpevole di possesso di materiale pedo-pornografico), anche Naya ha visto probabilmente una fine prematura.

Si continua a sperare, ma è difficile.

Naya Rivera scomparsa nel lago Piru. Il figlio trovato da solo sulla barca.ultima modifica: 2020-07-11T01:01:59+02:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *