Billie Joe Armstrong dopo la rehab “Devo lavorarci ogni giorno”

billie joe armstrong, green day, justin bieber, rehab, riabilitazione, dipendenzaLo scorso settembre Billie Joe Armstrong (41), storico leader dei Green Day, era balzato ai disonori della cronaca, prima per via della sfuriata contro Justin Bieber sul palco dell’iHeartRadio Music Festival di Las Vegas, poi per l’immediato ricovero in una clinica di riabilitazione.

Dopo cinque mesi Billie Joe conquista la copertina di Rolling Stone e torna a parlare di quell’incidente che l’ha portato a ricoverarsi dopo anni di eccessi con l’alcool e con le pillole:

“In sostanza sono un bevitore che si scorda tutto. Ecco cosa è successo. Nemmeno immagino come ho finito quella notte. Mi sono svegliato sul divano di una casa che non conoscevo. Non ricordo come ci sono arrivato. Avevo un vuoto completo. Ricordo piccole cose. La mattina dopo mi sono svegliato, ho chiesto a mia moglie Adrienne “quando è stato brutto” e lei “E’ stato brutto”. Ho chiamato il mio manager e mi ha detto ‘adesso prendi un aereo, torni ad Oakland e ti ricoveri in clinica”.

Ma forse non è stato il suo exploit peggiore “È iniziato tutto con il tour di 21st Century Breakdown, nel 2009. In quel periodo ho avuto più di un crollo nervoso. Il peggiore però è stato nel 2010, durante un concerto in Peru. Ricordo di aver iniziato una lunga tirata anti-tecnologica, che è culminata con me che gridavo: “Non vedo l’ora che il fottuto Steve Jobs muoia del suo fottuto cancro!”. È stata una cosa davvero stupida, come molte delle cose che ho detto o fatto allora. In quel momento la mia dipendenza dai farmaci era al massimo. Soprattutto medicine per tenere sotto controllo l’ansia, e poi sonniferi: eravamo costantemente in tour e io non riuscivo a dormire. Una quantità di farmaci tale che avevo perso il controllo di quali dovessi prendere e a quali orari. Il mio zaino era talmente pieno di confezioni di pillole che, se lo sollevavi, faceva un rumore tipo il sonaglio di un poppante!”.

Ma è stato solo dopo Justin Bieber che la band ha deciso di posticipare il tour al 2013 per concentrarsi sul benessere del cantante, e lo scorso dicembre, a sorpresa, è uscito il loro nuovo album “Voglio solo ringraziarvi per l’affetto ed il sostegno che mi avete mostrato nei mesi passati” ha scritto sul suo account Instagram quando si è diffusa la notizia.

Credetemi, me ne sono accorto e vi sarò eternamente grato per avere un gruppo di amici e una famiglia così fantastici. Miglioro ogni giorno”.

Si, ok, ma se ne sono accorti a 40 anni dopo uno sclero su Justin Bieber che aveva bisogno di disintossicarsi? Vabbeh.. In ogni caso, meglio tardi che mai, ma Billie è davvero pronto ad affrontare di nuovo tutto quello stress?

Probabilmente no. Billie ha ammesso “Ho ancora un’ossessione per l’alcool. Passo ancora le notti insonni. Ma devo lavorare su questa cosa ogni giorno”.

Billie Joe Armstrong dopo la rehab “Devo lavorarci ogni giorno”ultima modifica: 2013-02-28T15:59:00+01:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *