Keira Knightley “In fondo siamo tutti come Anna Karenina”

keira knightley, anna karenina, jude law, aaron taylor johnson, intervista keira knightley, flare magazine

Il 4 settembre a Londra ha avuto luogo la première mondiale di Anna Karenina, che in Italia arriverà il 16 novembre.

Il nuovo adattamento cinematografico del romanzo di Tolstoj diretto da Joe Wright ha per protagonista la spigolosa e quasi inesistente Keira Knightley (27)

Al suo fianco in questo triangolo russo, i molto più affascinanti Jude Law ed Aaron Taylor-Johnson.

Putroppo però il personaggio principale resta quello della Knightley, quindi è lei ha dominare le copertine promozionali, e per questa ragione è sulla copertina di Flare Magazine di dicembre.

 

A proposito della passione di Anna Karenina “Tom Stoppard (che ha scritto la sceneggiatura) all’inizio ha detto che era uno studio sull’amore. Non stiamo vendendo solo le scintille, il divertimento e il sesso grandioso, si spera, ma stiamo guardando anche alla solitudine, al dolore, alla folle gelosia che ne è parte”.

Sente un legame col suo personaggio? “Ci sono aspetti di lei che non mi piacciono. Ma poi pensi, io sono davvero meglio? Sono ambigua, una manipolatrice e tutte quelle cose.. Spero che non siano essere a definirmi, ma sono parte della mia personalità.”

Com’è stato crescere sotto i riflettori? “Quando ero giovane, ero perseguitata da questi uomini orribili. Volevano una foto di me che svenivo in discoteca e cose simili. Ma non l’hanno mai ottenuto da me. No, io scelgo molto, molto deliberatamente di non dargli questo, perché non potevo sopportare l’idea di dargliela vinta. Ci vuole testardaggine!”

Qui sotto un video della première.

Keira Knightley “In fondo siamo tutti come Anna Karenina”ultima modifica: 2012-10-31T14:52:00+01:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *