Kristen Stewart e il sesso in Breaking Dawn: “tecnico e strano”

kristen stewart, intervista a kristen stewart, breaking dawn kristen stewart, kristen stewart scena di sesso robert pattinson, kristen stewart scena nozze, kristen stewart matrimonio breaking dawn, kristen stewart scena del parto, kristen stewart odia la fama, timida kristen stewartL’attrice ha raccontato al magazine Parade come è stato girare le scene cruciali del penultimo capito della saga di Twilight: il matrimonio, la prima notte di nozze ed il parto.

La roba a letto è stata un po’ tecnica e strana.. Ogni volta che si spegnevano le videocamere facevo le facce buffe a Robert per farlo ridere. Non riuscivo a prenderla seriamente!

Riguardo al giorno delle nozze, che la Stewart ha vissuto un po’ come fosse il suo, ha detto “La mattina in cui abbiamo filmato il matrimonio, ho fatto andare tutti al lavoro senza di me. Sono rimasta nella mia stanza da sola..Cercando di provare ciò che avrei provato prima delle mie nozze e durante nella realtà, e penso di esserci riuscita.”

Un altro tema principale del film è “l’aspetto materno”, la scena del parto viene descritta dalla Stewart come “graficamente belle e sanguinosa, ed estreamamente d’impatto, praticamente spaventosa!

C’è una storia riguardo una persona che sta combattendo per quello in cui crede, Bella pensa – Morirò per questo bambina, farò di tutto per lei! – Spero che non spaventi le persone.. ma in un certo senso spero anche che lo faccia.

Infine Kristen ha parlato di come vive l’eccesiva fama e l’aspetto mediatico della sua carriera “E’ assurdo, qualche volta mi estranio moltissimo.. penso – Oh non posso affrontare tutto questo ora, non voglio vedere nessuno! – Solo l’idea di andare da qualche parte e avere la gente che ti fissa e raccoglie ogni minimo dettaglio di quello che fai.. mi fa sentire “Aaagghhh!

Kristen Stewart e il sesso in Breaking Dawn: “tecnico e strano”ultima modifica: 2011-11-10T14:43:00+01:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *