Belen Rodriguez contro Simona Ventura e la Tim

belenrodriguezcontrosimonaventura[4].pngBelen Rodriguez ha vinto la copertina strappalacrime di Oggi con un’intervista dal titolo “Basta! Ora parlo io”

Simona Ventura dovrebbe farsi un esame di coscienza. Lei, che ci massacra in continuazione, che ha un odio così grande per me e Fabrizio, ha cercato di fare audience mercificando il dolore della Moric e la storia di Carlos. (Lei invece, che è una santadonna, ha solo venduto l’esclusiva delle foto a Disneyland con Carlos). [1,2]

Ma Nina è stata una signora, ha detto che l’unica cosa che le importava era che il bambino stesse bene. L’ho vista e mi sono detta: questa è una mamma che ama il proprio figlio!E la cosa più triste di tutte è stata che Simona Ventura era dispiaciuta che il gioco non le fosse riuscito, che Nina avesse reagito con tanta eleganza. La Ventura ha fatto una bruttissima figura, è stato il momento televisivo più squallido degli ultimi dieci anni”.

Beh diciamo che, in quanto a squallore, se la gioca con Matrix e i vari Mattina/Pomeriggio/Domenica5!

Ma Belen parla anche della Tim che l’ha sostituita come testimonial dei nuovi spot con Bianca Balti:

Hanno detto che quegli spot andavano cambiati perché lasciavano vedere troppo carne, erano troppo osé. Per farsi perdonare, allora, cosa fanno? Tolgono Belen, mettono una ragazza meravigliosa, Bianca Balti, e la coprono di vestiti e mantelli, facendola tornare ai tempi di Leonardo da Vinci e della Monna Lisa. A me sembra eccessivo. È un sacrilegio, coprire la Balti!”.

Eh si, per fortuna che nel discorso di ringraziamento per il premio “rivelazione dell’anno” dedicava la vittoria alle donne con il cervello e che non fanno strada solo mostrando il culo (battuta che già all’epoca fece restare tutti di ghiaccio)!

Belen Rodriguez contro Simona Ventura e la Timultima modifica: 2011-04-06T23:37:00+02:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *