Le memorie di una geisha

Memoriegeishag.jpg« Una storia come la mia non andrebbe mai raccontata, perché il mio mondo è tanto proibito quanto fragile, senza i suoi misteri non può soppravvivere. Di certo non ero nata per una vita da geisha, come molte cose nella mia strana vita, ci fui trasportata dalla corrente. La prima volta che seppi che mia madre stava male, fu quando mio padre ributtò in mare i pesci, quella sera sofrimmo la fame, “per capire il vuoto”, Lui ci disse. Mia madre diceva sempre che mia sorella Satsu era come il legno, radicata al terreno come un albero sakura. Ma a me diceva che ero come l’acqua, l’acqua si scava la strada attravverso la pietra, e quando è intrappolata, l’acqua si crea un nuovo varco. »

Memorie di una geisha è un romanzo di Arthur Golden pubblicato nel 1997 che narra la storia di una geisha della città di Kyoto negli anni precedenti la seconda guerra mondiale.
La protagonista è la piccola Chiyo la quale, poco prima della morto della madre, viene venduta dal padre e portata insieme alla sorella maggiore a Gion per divenire una geisha. Subito i destini delle sue sorelle si separano, Chiyo si ritrova così a vivere nell’okiya Nitta, una casa di geishe, tra gli intrighi, i sacrifici, i riti e le macchinazioni che dominano quel mondo. I suoi particolarissimi occhi grigio-blu caratterizzano il suo destino e le attirano ammirazioni ed invidie. In particolare l’unica, bellissima e arrogante geisha del suo okiya, Hatsumomo, riconoscendo il potenziale della bambina le rende sin dall’inizio la vita difficile, fino a farla relegare al ruolo di domestica, apparentemente senza possibilità di riscatto ed elevazione futura. L”incontro con un uomo cambia il corso della sua vita..

Non vi voglio raccontare il resto..perchè questo libro è stupendo e rivelandovi tutta la trama ve lo rovinerei sicuramente.

Questa storia è un vero e proprio viaggio all’interno di un mondo e delle sue tradizioni, l’autore pur non essendo etnicamente legato a quella sfera riesce a descriverla in maniera accurata ma sempre garbata. Risponde a tutte le domande che ciascuno di noi si è posto e potrebbe mai porsi pensando alla vita di una geisha e sconvolge e travolge i luoghi comuni..

Affascinante, dilagante, appassionante

Uno dei più bei libri che abbia mai letto, l’ho divorato in 5 giorni nonostante le 600 e più pagine. Arrichisce culturalmente ed emotivamente, sfata miti e pregiudizi (soprattutto quello che le geishe siano mere prostitute), seduce e ti trascina in maniera vivida e reale in luoghi, in tempi e nelle anime dei personaggi.. un libro per comprendere una vita così lontana ed inconcepibile per una mente occidentale, ma affascinante come gli occhi della piccola Chiyo.

Le memorie di una geishaultima modifica: 2010-09-02T20:00:00+02:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *