Jennifer Lawrence dice “F*ck” a chi pensa che sia grassa, si prepara per “Scemo e più scemo” e vi saluterà a Roma

jennifer lawrence, copertina jennifer lawrence, nicholas hoult, scemo e più scemo, hunger games, catching fire, la ragazza di fuoco, oscar, liam hemsworth, american hustle

Ormai lo sapete: ho un debole per Jennifer Lawrence.

Perché? Perché è una ragazza normale con un talento eccezionale.

Non si è montata la testa e non si prende mai troppo sul serio.

Il sogno proclamato di Miley Cyrus è che tutti pensino ‘Quanto è divertente, voglio essere sua amica!” ma vaf*** Miley Cyrus, io voglio essere amica di Jennifer Lawrence!

(A proposito, anche Liam Hemsworth ha dichiarato che “Jen è meravigliosa, non immaginereste quanto. Non si è affatto montata la testa negli ultimi anni. Quando l’ho incontrata la prima volta era piena di vita e portava una grande energia sul set.. Quando giri cose pesanti come i temi di Hunger Games, si può essere un po’ bui, ma lei ha ancora questa stupenda energia!”)

La 23enne attrice di Hunger Games è talmente energica che ha ben 3 film in uscita:Hunger Games – Catching Fire, “X-Men – Days of a future past” e American Hustle con una sfilza di colleghi eccellenti, tuttavia resta una ragazza della porta accanto che ama (Nicholas Hoult) e soffre (quando le dicono che è grassa).

 

Ad Harper’s Bazaar Uk, sulla cui copertina sta fingendo sensualmente un attacco di cervicale, ha raccontato “Ero giovane, ed i commenti sul peso sono una di quelle cose che le attrici devono affrontare. Qualcuno mi ha detto che ero grassa e sarei stata licenziata se non avessi perso una certa quantità di peso. Mi hanno portato foto di me praticamente nuda e mi hanno detto di usarle come motivazione per la dieta. Era così e l’hanno rifatto anche recentemente. Hanno pensato che dato come è andata la mia carriera non mi avrebbe ferita.. Che, in un certo senso, dopo aver vinto un Oscar, io sia sopra a tutto questo “Davvero ti interessa ancora??” Si, ero piccola e mi ha ferita. Non importa cosa raggiungi dopo, so che a me non accadrà più.. Se chiunque provasse a sussurrarmi la parola dieta, gli direi “Fottiti!”

Infatti Jen è una delle più entusiaste fans del catering sul set “Al mio bodyguard Gilber, appena prima di sentir dire ‘azione’ dico “Se non ho degli snack al formaggio al momento del ‘cut’, vattene subito a casa” e lui comincia a correre.. Mi sconvolge quanto la prenda seriamente! Non è la performance a motivarmi, ma semplicemente il fatto che voglio raggiungere il tavolo del catering!”

Del resto la Lawrence è un’attrice atipica, e l’ha dimostrato anche il suo ironico discorso di ringraziamento agli Oscar 2013 “Alcuni si alzano in piedi e dominano il palco, e tu invece sembri un perfetto idiota. Mi sentivo a disagio e quando la gente è a disagio fa cose stupide.. Io faccio battute imbarazzanti e balbetto”.

A parte questi momenti di imbarazzo, l’attrice è però una con le idee ben chiare, soprattutto sul suo lavoro.
Ecco cos’ha raccontato mesi fa a Vogue “Non l’ho detto prima per non essere fraintesa, ma sin da piccolo ho sempre avuto  un’idea molto normale di ciò che volevo. Ho sempre saputo che sarei stata famosa, giuro su Dio che non saprei come altro descrivere quella sensazione. Stavo a letto e mi chiedevo ‘Sarò una personalità della tv locale? Sarà una speaker motivante?’ Non era una visione, ma la consapevolezza che sarebbe successo ‘naturalmente’”.

Ma non è tutto  “So che sembra stupido, ma nella recitazione è come se avessi trovato finalmente qualcosa che la gente mi dice che so fare bene, per la prima volta nella vita. Ed è stata la grande ragione per cui i miei mi hanno permesso di farlo. Una volta ho sentito mia madre dire a mio padre “Stiamo pagando la terapia e le medicine, ma non ne abbiamo bisogno quando è qui (a fare provini)”

A proposito di Hunger Games “Quando Winter’s Bone è stato nominato, avevo fatto solo indie movies, e mi è stato presentato un mondo completamente nuovo in cui non mi sentivo me stessa. Avevo questo vestito strano e sentivo gente parlare di cose che non capivo. Poi ho letto il libro e ‘Oddio, so esattamente cosa si prova, non so come sia prepararsi alla morte, ma ora so cosa vuol dire essere una marionetta’. E poi facendo il secondo film mi sono sentita più a mio agio, e penso che sia qualcosa che prova anche Katniss. E’ diversa quando torna, è a suo agio nella capitale, capisce di più chi ci vive..”

Tuttavia ha ancora qualche problema a capire i paparazzi “Se fossi una ragazza 23enne qualsiasi e chiamassi la polizia perché un uomo strano dorme sul mio portico o mi segue da Starbuck, entrerebbero subito in azione. Ma dato che sono famosa, beh, mi spiace signora ma non possiamo farci niente. Non ha senso.. Non mi va bene. E’ semplice, sono una ragazza normale e un essere umano, e non sono dentro tutto ciò abbastanza da sentire questa come una cosa normale. Non mi darò pace su questo argomento!”

Tra i più prossimi progetti della Lawrence c’è anche un cameo nel sequel di “Scemo e Più Scemo” con Jim Carrey e Jeff Daniels, film di cui è una delle più grandi fan al mondo (qui sotto le prove).

Jennifer interpreterà la versione giovane del personaggio di Kathleen Turner.

Mentre il 14 novembre l’attrice sarà a Roma per la première italiana di Hunger Games: La ragazza di fuoco.

(Sinossi “HUNGER GAMES – LA RAGAZZA DI FUOCO inizia con Katniss Everdeen che è tornata a casa incolume dopo aver vinto la 74ª edizione degli Hunger Games, insieme al suo amico, il “tributo” Peeta Mellark.

La vittoria però vuol dire cambiare vita e abbandonare familiari e amici, per intraprendere il giro dei distretti, il cosiddetto “Tour dei Vincitori”.

Lungo la strada Katniss percepisce che la ribellione sta montando, ma che il Capitol cerca ancora a tutti i costi di mantenere il controllo proprio mentre il Presidente Snow sta preparando la 75ª edizione dei giochi (Edizione della Memoria), una gara che potrebbe cambiare per sempre le sorti della nazione di Panem.”)

Al Lucca Comics & Games 2013, dal 31 ottobre al 3 novembre, andranno in scena una serie di eventi legati al film e alla premiere italiana.

Sabato 2 novembre due stilisti trasformeranno in cittadini di Capitol City sei modelle/modelli professionisti e una persona selezionata attraverso dei casting, che si svolgeranno nei due giorni precedenti presso l’atelier di Hunger Games situato nel Loggiato Pretorio di Lucca.

Il partecipante selezionato sarà invitato alla première italiana de La Ragazza di Fuoco, dove potrà incontrare Jennifer Lawrence e chiederle se secondo lei è possibile una trasposizione di Hunger Games all’interno del parlamento italiano.

Qui sotto potete vedere Jen nel poster di Hunger Games e American Hustle, e mentre corre, e poi fugge, da Jeff Bridges prima di abbracciarlo e urlargli “Sono una tua grande fan!!”

video platformvideo managementvideo solutionsvideo player

jennifer lawrence, copertina jennifer lawrence, nicholas hoult, scemo e più scemo, hunger games, catching fire, la ragazza di fuoco, oscar, liam hemsworth, american hustlejennifer lawrence, copertina jennifer lawrence, nicholas hoult, scemo e più scemo, hunger games, catching fire, la ragazza di fuoco, oscar, liam hemsworth, american hustle

Jennifer Lawrence dice “F*ck” a chi pensa che sia grassa, si prepara per “Scemo e più scemo” e vi saluterà a Romaultima modifica: 2013-10-04T14:08:00+00:00da jessy912
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *